Playback Designs

Partire da STUDER per arrivare fino a PLAYBACK DESIGNS.

Una storia di successi lunga 30 anni:
Andreas Koch inizia la sua carriera nel 1982 in Svizzera con STUDER ReVox, dove costruisce in anteprima mondiale il primo convertitore digitale asincrono.
Nel 1984 progetta uno dei primi banchi filtro per l'audio digitale, e acquisisce esperienze che utilizzerà nel calcolo degli algoritmi di compressione audio come ad esempio MP3, AC-3 ed altri. 

Nel 1985 lavora per la Dolby Labs presso la sede di San Francisco, dove realizza tutta l’elaborazione digitale del segnale dell’encoder e decoder AC -1 (delta modulator).
Nel 1987 ritorna in Svizzera alla STUDER ReVox per dirigere lo sviluppo di un registratore digitale a nastro professionale (48-canali formato DASH su nastro1/2 inch). Successivamente è coinvolto nella ricerca tecnologica e di mercato per applicazioni professionali in ambito di memorie hard disk (PC).
Nel 1990 si trasferisce alla STUDER Editech in Menlo Park, CA, per dirigere un gruppo di Ingegneri che progettano il più avanzato registratore hard disc per applicazioni professionali post produzione.
Nel 1992 pubblica la interfaccia utente denominata "Dyaxis", Nel 1993 è in Florida con la Sony dove supervisiona lo sviluppo dei prodotti per l’audio professionale e lancia numerose “mixing consoles”.
Nel 1997 si sposta alla Sony in San Francisco e dirige lo sviluppo in anteprima mondiale del Sonoma 8-canali “recording / editing / mixing machine” del formato DSD.
Che è ancora oggi utilizzata.
Dal 1998 al 2000, Andreas progetta tutte le parti digitali dei convertitori A/D e D/A che permisero al formato DSD di affermarsi nel SACD come formato dalle prestazioni superiori nella riproduzione del suono, rispetto ad altri formati in uso.
Nel 2003 espande il Sonoma fino a 32 canali di DSD su un singolo PC e partecipa al comitato di creazione dello standard per il SACD insieme alla Philips.
Nel 2003 entra a far parte della EMM Labs (in cui ricopre anche la carica di vicepresidente) dove progetta tutti i prodotti digitali, sia in ambito professionale sia in abito audiofilo.
All’interno della EMM Labs, progetta anche diversi algoritmi innovativi per la conversione “sample rate” (upsampling), così come ci si può attendere da uno degli inventori del SRC originale.
Sviluppa altresì un convertitore D/A con un’architettura proprietaria per la gestione del clock.
Nel 2007 esce dalla EMM Labs e fonda la sua società Playback Designs.
Nel 2008 vede la luce la sua prima creazione, il lettore Playback Design MPS-5, un lettore integrato CD/SACD che impiega l’ eccezionale unità di trasporto Teac Esoteric VOSP (modificata) e racchiude in se tutte le conoscenze raccolte e sviluppate da Andreas Koch nell’arco degli ultimi 27 anni, fra le quali i nuovi Algoritmi proprietari e la nuova Tecnologia PDFAS (Playback Designs Frequency Arrival System). In sintesi il lettore MPS-5, racchiude tre macchine in un unico telaio, infatti oltre a leggere il formato CD/SACD, può anche essere impiegato come DAC per un' altra meccanica e con la porta USB di cui è munito, fungere anche da DAC " Allo stato dell' Arte " per il vostro Music Server. Da poco il lettore MPS-5 è stato affiancato dal Convertitore universale MPD-5. Ovviamente il software dei prodotti P.D. è facilmente aggiornabile e viene reso disponibile dall’Azienda con una cadenza periodica, questo rende in pratica ogni apparecchiatura Playback Designs un'investimento a prova di futuro.

E' proprio questo il caso di dire che il Digitale ha fatto un grande passo avanti !

Qui di seguito potrete scoprire qualche notizia in più sull'altra creatura di Andreas Kock la AKDesign: Leggi tutto .